Il Fondo Ulderico Rolandi (Roma, 23 luglio 1874 - Roma, 3 dicembre 1951) è composto da numerosi libretti d'opera raccolti dallo studioso del melodramma e appassionato collezionista. Tra gli esemplari conservati, datati dalla seconda metà del Cinquecento alla prima del Novecento, ve ne sono alcuni rarissimi. La raccolta fu acquisita da Vittorio Cini nel 1956 su segnalazione di Adriano Belli e Silvio D'Amico; si tratta di una delle più grandi collezioni esistenti al mondo, paragonabile solo al fondo di libretti d'opera della Library of Congress di Washington. Oltre a una biblioteca tematica, appartiene al fondo anche una raccolta di spartiti musicali, una di locandine e stampe e una di ritratti di compositori, musicisti, cantanti e personaggi legati al mondo musicale.

Istituto per il Teatro e il Melodramma

Ulderico Rolandi

Pietro Metastasio / Ritratto

Incisione su carta

Immagine riprodotta su volume

Opere drammatiche di Pietro Metastasio, vol. I, Giuseppe Bettinelli, 1758

Pietro Metastasio / Ritratto

Incisione su carta

Immagine riprodotta su volume

Drammi sacri di Pietro Metastasio, vol. XVI, Tipografia Pepoliana, 1795

Pietro Metastasio / Ritratto

Incisione su carta

Immagine riprodotta su volume

Opere di Pietro Metastasio, vol. I, Antonio Zatta, 1781

Pietro Metastasio / Ritratto

Incisione su carta

Immagine riprodotta su volume

Opere di Pietro Metastasio, vol. I-II, Mantova Co' tipi dell'erede Pazzoni, 1816

hai cercato

Ricerca libera in tutto il patrimonio

ricerca avanzata

filtri