Centro Studi di Civiltà e Spiritualità Comparate


Responsabile
Francesco Piraino
francesco.piraino@cini.it


Segreteria
tel.: 041 27210228
email: civilta.comparate@cini.it

Civiltà e spiritualità comparate

Fondo Tiziano Terzani

Tiziano Terzani (Firenze, 14 settembre 1938 - Orsigna, 28 luglio 2004) è stato uno scrittore e un corrispondente estero, testimone dei principali avvenimenti del Novecento del continente asiatico - dove ha vissuto per trent'anni - narrati attraverso ricostruzioni rigorose e puntuali. Viaggiatore poliglotta animato da grande curiosità, nel corso della vita si è interrogato sulle questioni politico-religiose internazionali e sulla condizione umana posta di fronte alla modernità e ai mutamenti sociali di portata storica. L'archivio Tiziano Terzani, donato alla Fondazione Cini nel gennaio 2014 per volontà della moglie Angela Terzani Staude, si caratterizza per la particolare eterogeneità di tipologie documentarie presenti, tipica degli archivi di persona: si tratta prevalentemente di documenti relativi all'attività professionale, comprendenti scritti preparatori autografi per pubblicazioni di articoli e opere, appunti manoscritti e dattiloscritti relativi all'attività di giornalista, taccuini, diari personali, ritagli stampa, carteggio personale e professionale, cartoline, positivi e negativi fotografici, mappe, materiale di studio e inoltre documentazione anagrafica e scolastica. L'archivio include anche una documentazione postuma, raccolta dalla famiglia. La notevole quantità di materiale permette di ricostruire con estrema precisione la vita di Terzani, i suoi movimenti e le sue collaborazioni giornalistiche. Il fondo si presentava non tanto come un archivio "ordinato" bensì come un insieme di carte che il viaggiatore fiorentino ha prodotto o utilizzato nel corso della sua attività di giornalista e scrittore, dunque un archivio creato dal e per il lavoro. È stato quindi riordinato, nel modo che potremmo definire il più "leggero" possibile, adottando una descrizione che contestualizzasse e ricucisse i nessi andati perduti tra le carte, pur senza addentrarsi in dissertazioni o ipotesi filologiche né farsi artefici di una riorganizzazione ideale. Il corpus dei documenti è oggi strutturato in nove serie inventariali: Carte personali, Scritti, Diari, Taccuini, Attività professionale, Corrispondenza, Rassegna stampa su Terzani, Fondo fotografico, Materiale postumo. Il fondo Terzani, ricondizionato, consta di 214 faldoni, contenenti 388 fascicoli. All'archivio era preceduta la donazione della biblioteca di Terzani, avvenuta nel 2012, la quale include circa 6200 volumi organizzati in quattro aree tematiche: geografica, artistica, periodici, didattica; una considerevole sezione è costituita da libri in lingue orientali. La maggior parte dei testi tratta dell'Asia.

2522 schede/risultati risultati a lista struttura

hai cercato

Ricerca libera in tutto il patrimonio

ricerca avanzata

filtri