OGGETTO

definizione: stampa

SOGGETTO

identificazione: SAN GIORGIO E IL DRAGO
titolo parallelo: St George and the Dragon

LOCALIZZAZIONE

Copenhagen, Statens Museum for Kunst, The Royal Collection of Graphic Art

PROVENIENZA

DATAZIONE

sec. XVI, prima metà
1510 ca. - 1520 ca.

AUTORE

ambito culturale: ambito veneziano (inventore)

DATI TECNICI

xilografia; mm 859 x 1184; 899 x 1206
materia del supporto: carta
filigrana: da rilevare

STATO DI CONSERVAZIONE

buono

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE

RESTAURI

ISCRIZIONI

tipologia: didascalica
tecnica di scrittura: a stampa
trascrizione: Alexandria

tipologia: riferimento all'autore
tecnica di scrittura: a stampa
trascrizione: OPVS LVCE AN / TONII V / F









STEMMI, MARCHI

NOTIZIE STORICO-CRITICHE

Questa xilografia di grandi dimensioni è composta da nove blocchi impressi su altrettanti fogli poi incollati. Nell'inventario della collezione di Ferdinando Colombo M. McDonald ha rilevato come un soggetto analogo ricorra nella descrizione di tre xilografie, riferite a Lucantonio, ma composte da diversi blocchi: si veda McDonald 2004, n. 2656 (in quattro fogli), n. 2656a (a colori) e n. 2825 (in quattro fogli con iscrizione 'Sileria', magari un errore per Alexandria? oppure per un'altra città), di cui non si conoscono impressioni. L'interessante ipotesi è che la composizione sia stata intagliata in maniera da poter essere 'combinata' diversamente e dare luogo a stampe di diverso formato, per rispondere ad una richiesta di mercato più ampia e ottenere di conseguenza maggior guadagno (McDonald 2004, I, p. 108).



Nagler la inserisce nella produzione grafica di Lucantonio Giunta, seguito da Passavant. Kristeller è il primo ad attribuirla a Lucantonio degli Uberti, dimostrando che la firma non si riferisce all’editore Giunta.



Della grande xilografia sono sopravvissuti due esemplari: quello oggeetto di questa scheda e uno conservato alla Biblioteca Universitaria di Bologna (Aula VI Cartella 1 n. 1, 48): il foglio misura mm 854 x 119, mentre la filigrana è costituita dal monogramma “TBP” sovrastato da un trifoglio (Churchill 1935, n. 507).



Tradizionalmente la stampa è nota con il titolo di Santa Caterina d’Alessandria e San Giorgio. È un fatto curioso perchè la figura della Santa non compare sulla scena: l’unica figura femminile presente è la Principessa, a destra di san Giorgio, in scala ridotta (Muraro Rosand 1976, p. 72, n. 7).



Lucantonio si ispria, per la composizione dell'opera, al San Giorgio e il drago di Vittore Carpaccio, con il quale condivide il paesaggio arido disseminato di teschi in primo piano e la città turrita sullo sfondo.


DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

tipologia: fotografia digitale
ente proprietario: Statens Museum for Kunst ©

REPERTORI

Lonigro E., Lucantonio degli Uberti. Profilo storico-critico e nuove considerazioni sul catalogo, 2020-2021, pp.94-96; n.IV.6

BIBLIOGRAFIA

Rumohr C.F. von/ Thiele J.M., Geschichte der Königlichen Kupferstichsammlung zu Copenhagen: ein Beitrag zur Geschichte der Kunst und Ergänzung der Werke von Bartsch und Brulliot, Leipzig, 1835, p. 39 n. 5 
https://archive.org/stream/geschichtederkni00rumo#page/n1/mode/2up
Passavant J.D., Le peintre-graveur: contenant l'Histoire de la gravure sur bois, sur métal et au burin jusque vers la fin du XVI siècle [...], Paris, 1860-1864, V, p. 64 n. 7 
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/passavant1860ga
Hind A.M., An Introduction to a History of Woodcut, London, 1935, II, p. 454
Churchill, W. A., Watermarks in paper in Holland, England, France etc., in the XVII and XVIII centuries and their interconnection, Amsterdam, 1935
McDonald M. P., The Print Collection of Ferdinand Columbus (1488-1539). A Renaissance Collector in Seville, London, 2004, sotto n. 2656; I, p. 108, I, fig. 392
McDonald M. P., Ferdinand Columbus: Renaissance Collector (1488-1539), London, 2005, pp. 74-75

MOSTRE/ESPOSIZIONI

AUTORE DELLA SCHEDA

Aldovini L. Lonigro E., 2017 2024
Aldovini L. Lonigro E., Atlante delle xilografie italiane del Rinascimento, ALU.0202, https://archivi.cini.it/storiaarte/detail/11211/stampa-11211.html
aggiungi ai preferiti Torna all'esito