OGGETTO

definizione: stampa

SOGGETTO

identificazione: CRISTO PORTACROCE
titolo parallelo: CHRIST CARRYING THE CROSS
titolo: Cristo portacroce

LOCALIZZAZIONE

inv. SOL. P.5757

PROVENIENZA

DATAZIONE

sec. XVI sec. XIX, terzo quarto
1500 1864 ca. post - 1550 1887 ca. ante

AUTORE

  • Anonimo (incisore, inventore)
ambito culturale: ambito nord-italiano (incisore)
ambito nord-italiano (inventore)
altre attribuzioni: ambito milanese

STATO DELLA STAMPA

cfr. commento

DATI TECNICI

xilografia; mm 420 x 293; mm 440 x 300 ca.
materia del supporto: carta
filigrana: assente

STATO DI CONSERVAZIONE

discreto

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE

RESTAURI

ISCRIZIONI

tipologia: riferimento all'autore
tecnica di scrittura: a stampa
tipo di caratteri: lettere capitali
trascrizione: AA [A sovrapposte]










STEMMI, MARCHI

NOTIZIE STORICO-CRITICHE

La stampa è l'impressione, moderna, di un legno della collezione Soliani (Modena, Galleria Estense, inv. C.199a; si veda la scheda relativa, ALU.0002-M), ritenuto un rifacimento di un legno antico del quale si conoscono oggi solo due impressioni su carta (conservate a Berlino e Boston, si vedano le schede relative, ALU.0001.1 e ALU.0001.2).
La matrice fa parte di un nucleo di circa 2500 legni appartenuti alla celebre famiglia modenese dei Soliani, stampatori ed editori di libri attiva fin dal 1622: presso di loro si stampavano numerose xilografie di carattere popolare e devozionale, da legni acquistati a Venezia, Ferrara o Milano, spesso di produzione antica, e per l'occasione ripubblicati magari rilavorati. Queste matrici ebbero tirature moderne nel 1828 e 1864, di cui esistono i relativi cataloghi. I legni Soliani erano stati acquistati da Pietro Barelli nel 1864, e poi entrarono nella Galleria Estense grazie all'acquisto messo in atto da Adolfo Venturi nel 1887. Si veda almeno Venturi 1885; M. Goldoni in I legni incisi… 1986, pp. 11-29; A. Milano in I legni incisi… 1986, pp. 31-33; Milano 2000.
Schreiber pensava di riconoscere 3 stati di lavorazione della matrice: il primo attestato dal foglio di Berlino (ALU.0001.1), il II stato dalla tiratura con il monogramma di Andrea Andreani (come quello qui schedato), il III nello stato attuale del legno Soliani (ALU.0002-M). In realtà, come si evince dall'analisi delle effettive stampe da questo legno, essendo gli esemplari noti tutti risalenti al XIX e XX secolo, si è stabilito che il primo stato noto corrisponde alle tirature attestate dai Cataloghi Soliani 1828 e 1864; il secondo, come quello qui schedato (ma si veda anche l'esemplare di Pavia, Musei Civici, inv. SOL. P. 5673; Trieste, Biblioteca Civica "Attilio Hortis", pubblicato da Nodari 2000, pp. 116-117 n. 11), porta il monogramma di Andrea Andreani è da attribuire ad una falsificazione da parte di Pietro Barelli (quindi tra 1864 e 1887) (si veda un esemplare conservato a Milano, Raccolta Bertarelli, Collezione Soliani, n. 43), mentre una tiratura senza monogramma venne realizzata in occasione della mostra del 1942 a cura di Luigi Sorrento (si veda ad esempio il foglio in Bertarelli, Collezione Soliani, n. 44).

DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

tipologia: fotografia digitale
ente proprietario: Pavia, Musei Civici ©

REPERTORI

Schreiber W.L., Handbuch der Holz- und Metallschnitte des XV. Jahrhunderts, Leipzig, 1926-1930, II, n. 919 
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/schreiber1926ga
Field R.S., The Illustrated Bartsch 161-166 (Supplement). German single leaf woodcuts before 1500: Anonymous artists, New York, 1987-2008, v. 163, p. 213 n. 919

BIBLIOGRAFIA

Lippmann F., "Der italienische Holzschnitt im XV. Jahrhundert", in Jahrbuch der Koeniglich Preussischen Kunstsammlungen, 1884, V, pp. 3-26, 179-207,305-327, pp. (159-170) 321 
https://www.digizeitschriften.de/dms/toc/?PID=PPN523141572_0005
Venturi L., "Über einige alte Italianische Holzschnitte", in Der Kunstfreund, 1885, pp. 356-358, p. 358
Bertarelli A., "Di alcune falsificazioni moderne eseguite cogli antichi legni della tipografia Soliani di Modena", in Il libro e la stampa, 1909, III, nn. 2-3, pp. 64-76, pp. 64-76
Kristeller P., Die Lombardische Graphik der Renaissance nebst einem Verzeichnis von Büchern mit Holzschnitten, Berlin, 1913, p. 57
Heitz P., "Italienische Einblättdrucke in den Sammlungen Bremen, Düsseldorf, Hamburg, London, Modena", Einblättdrucke des XV. Jahrhunderts, Strassburg, 1933, p. 8 n. 38
Hind A.M., An Introduction to a History of Woodcut, London, 1935, II, pp. 444-446
Sorrento L., Stampe popolari e libri figurati del Rinascimento lombardo, Milano, 1942, p. 236 n. 72
, I legni incisi della Galleria Estense. Quattro secoli di stampa nell'Italia Settentrionale, Modena, 1986, pp. 81-82 n. 24
, I legni incisi della Galleria Estense. Quattro secoli di stampa nell'Italia Settentrionale, Modena, 1986, p. 32
Goldoni M., "Dietro un acquisto: motivi inespressi nella cultura di Adolfo Venturi", Gli anni modenesi di Adolfo Venturi, 1994, pp. 147-179, pp. 147, 151
, Achille Bertarelli e Trieste. Catalogo delle stampe donate alla Biblioteca Civica Attilio Hortis, Milano, 2000, p. 116 n. 11 (E. Nodari)
Milano A., "Le falsificazioni Barelli", Achille Bertarelli e Trieste. Catalogo delle stampe donate alla Biblioteca Civica Attilio Hortis, Trieste, 2000, pp. 79-93, pp. 82-84, 89
Aldovini L., "La stampa con il 'Cristo portacroce' e la trasmissione dei modelli nell'arte lombarda tra fine XV e inizio XVI secolo", L'Andata al Calvario di Marco Palmezzano. Restauri, ricerche, interpretazioni, Lovere, 2014, pp. 87-96, 142-146, pp. 87-96, p. 146 fig. 23

MOSTRE/ESPOSIZIONI

AUTORE DELLA SCHEDA

Aldovini L., 2016
Aldovini L., Atlante delle xilografie italiane del Rinascimento, ALU.0002.1, http://archivi.cini.it:80/cini-web/storiaarte/detail/168/stampa-168;JSESSIONID_OPAC_CINI=D102EBBE669DC2898F88424A1BDCCCB9.html