Istituto di Storia dell'Arte / Atlante delle Xilografie italiane del Rinascimento

OGGETTO

definizione: stampa

SOGGETTO

titolo parallelo: Crucifixion with the Virgin and St John

LOCALIZZAZIONE

inv. Ws. V.5

PROVENIENZA

DATAZIONE

sec. XVI, inizio
1500 ca.

AUTORE

  • Anonimo (inventore, incisore)
ambito culturale: ambito veneziano (inventore)
ambito veneziano (incisore)

DATI TECNICI

xilografia; mm 178 x 131
materia del supporto: carta
filigrana: da rilevare

STATO DI CONSERVAZIONE

buono

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE

RESTAURI

ISCRIZIONI

tipologia: documentaria
lingua: volgare
tecnica di scrittura: a stampa
tipo di caratteri: lettere capitali
trascrizione: CHROCIFISO DE FRA MINORI DI VINESIA










STEMMI, MARCHI

NOTIZIE STORICO-CRITICHE

Gesù crocifisso ha il volto sereno e triste ripiegato sulla spalla destra. Il corpo è morbido e ben disegnato: l'intaglio della croce, con perizia, imita il legno e c'è un accenno di prospettiva nei bracci trasversali. Ai lati, in piedi, Maria e san Giovanni esprimono un dolore trattenuto, sia nel disegno dei volti segnati, che nella gestualità. Maria alza la mano sinistra come ad indicare il Figlio in croce, san Giovanni guarda Gesù e con la mano destra tocca la croce. Lo sfondo è nero con decoro bianco a quadri, la cornice, su tre dei quattro lati, è a piccole punte bianche. Anche il terreno è decorato con linee bianche su fondo nero. In basso scorre l'iscrizione CHROCIFISO DE FRA MINORI DI VINEZIA. Il crocifisso rappresentato è quindi quello della chiesa dei Frari di Venezia.
Colorazioni in rosso, giallo e verde: secondo Campbell Dodgson si tratta degli stessi colori utilizzati nella Battaglia di Zonchio
(ALU.0150).
Concordiamo con Schreiber che ritiene che l'autore dei questa xilografia sia lo stesso del foglio frammentario con Santa Barbara, Gesù Bambino e due devoti conservato al Kupferschkabinett di Berlino, ALU.0368. Si tratta di un inventore-intagliatore veneziano di inizio Cinquecento. Hind collega giustamente a queste due stampe anche il San Giorgio e il drago ora al Metropolitan Museum di New York (ALU.0475).
Secondo Passavant e Schreiber la xilografia nel 1849 era presso il mercante d'arte Herdegan a Norimberga.

DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

tipologia: scansione da libro

REPERTORI

Schreiber W.L., Handbuch der Holz- und Metallschnitte des XV. Jahrhunderts, Leipzig, 1926-1930, v. I, n. 417M 
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/schreiber1926ga
Heitz P., "Italienische Einblättdrucke in den Sammlungen Bremen, Düsseldorf, Hamburg, London, Modena", Einblättdrucke des XV. Jahrhunderts, Strassburg, 1933, v. 80, n. 34

BIBLIOGRAFIA

MOSTRE/ESPOSIZIONI

AUTORE DELLA SCHEDA

Urbini S., 2018
Urbini S., Atlante delle xilografie italiane del Rinascimento, ALU.0391, https://archivi.cini.it/storiaarte/detail/21590/stampa-21590.html
aggiungi ai preferiti Torna all'esito