Istituto di Storia dell'Arte / storiaartexilografie

OGGETTO

definizione: stampa

SOGGETTO

identificazione: LA SCALA DELLA VITA
titolo parallelo: THE STEPS OF LIFE / the ages of man
titolo: La scala dell'età dell'uomo

PROVENIENZA

DATAZIONE

sec. XVI, metà
1540 ca. - 1560 ca.

AUTORE

  • Anonimo (inventore, incisore)
ambito culturale: ambito tedesco (inventore)
ambito italiano (incisore)

DATI TECNICI

xilografia; mm 530 x 378 ca.,
materia del supporto: carta
filigrana: da rilevare

STATO DI CONSERVAZIONE

buono
indicazioni specifiche: piccole lacune; pieghe; una piega significativa dovuta alla stampa in basso a destra

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE

RESTAURI

ISCRIZIONI

tipologia: di titolazione
lingua: latino
tecnica di scrittura: a stampa
tipo di caratteri: lettere capitali
trascrizione: [...]. VITÆ HOMINIS/ [...] ELLA. VITA. DEL'HVOMO

tipologia: didascalica
lingua: volgare
tecnica di scrittura: a stampa tipografica
tipo di caratteri: stampatello
trascrizione: OPTIME LECTOR TIBI PRAESENS PICTURA/ graduatim totum vitæ humane processum ab incunabulis uses ab mortem/ ostendit & sub quocuq(?) gradu animal et cui homo est in illa aetate (ae attaccato) similis./ OTTIMO LETTORE, LA PRESENTE PITTVRA/ Ti dimostra tutto il processo della uita humana di grado in grado, dal na-/ scimento in fino alla morte. Et sotto ciscun grado euui lo animale allo/ quale l'huomo in quella eta si assomiglia./ PITTAGORA Philosopho distinse la uita de l'huomo in quattro par/ ti assimigliando quelle alli tempi de l'anos cioe la Puertia alla primave/ ra, l'Adolescentia alla State la gioventu all'Autuno. La Vecchiezza al Ver/ no; & per li Adolescenti intendeva quelli che haueano messa barba, & per Giovani, quelli che errano di eta uirille./ SERVIO Tullio, il quale fu tenuto Re prudentissimo del popolo Roma/ no volendo costruire il censo, ouer estimo della citta, ordino le classi che/ cosi chiamo de suoi cittadini facendone tre parti, & nella prima puose gli/ Puti (...)

tipologia: didascalica
lingua: volgare
tecnica di scrittura: a stampa tipografica
tipo di caratteri: stampatello
trascrizione: TERENTIO Varrone ueramente il quale fo istimato il piu/ dotto huomo d'è Romani, in cinque parti distribui la uita/ humana, assegnando a ciascaduno grado anni. 15. ecceto l'estre/ mo, & fino ad anni. 15. chiamo Puti perche fosseno puti (errore loro) & senza/ barba nel secondo fino ad anni .30. puose gli Adolescenti; perche/ crescono anchora, nel terzo fino alli .45. Giouani; perche potea/ no giouare alla Republica dentro & di fuori. Nel quarto fino al/ li anni .60. i seniori percioche in quella ettate il corpo incomincia/ inuechiare & quindi infino al fine della uita Senettu; imperoche in questo tempo mancano le forze; & si diminuiscono. Anchora/ che la Prudentia cresca & diuenga maggiore; si come figlia de la/ Esperientia & discepola della Eta Maestra. Onde come gia apre/ si da un nostro compatrioto huomo ueramente assai literato, ch'a/ mamo li prencipi signori, quasi Seniori percioche deeno esser ue/ chisi come sapientissimi che habino a regere altrui. Et ciscadu-/ no di questi (...)

tipologia: didascalica
lingua: latino e volgare
tecnica di scrittura: a stampa
tipo di caratteri: lettere capitali
trascrizione: ANNI. ACCED/ ENTES/ ANNI. E/ VENGONO ANNI. DISCEN/ DENTES/ ANNI CHE./ PARTONO

tipologia: didascalica
tecnica di scrittura: a stampa
tipo di caratteri: numeri arabi
trascrizione: .1./ .10./ .20./ .30./ .40./ .50./ .60./ .70./ .80./ .90./ .100.

tipologia: didascalica
lingua: latino e volgare
tecnica di scrittura: a stampa
tipo di caratteri: lettere capitali
trascrizione: VNIVS. ANNI. INFANS/ .1. AN. VN. FANCIVLLO DECEM. ANNOR. ÆDVS/ 10. AN. VN. CAPRETTO VIGITI. ANOR. VITVLVS/ 20 AN. VN VITELLO TRIGINTA. ANOR. BOS/ 30 ANNI. VN. BVE QVADRIGITA. ANOR. LEO/ 40 AN. VN. LEONE QVINQVEGINTA. ANNOR. VVLPIS./ 50. AN. VNA. VOLPE SESAGITA. ANOR. LVPVS/ 60. AN. VN. LVPO SEPTVAGITA ANOR CANIS/ 70, AN. VN CANE OCTAGINTA. ANOR. FELIS/ 80. AN. VN. GATTO NONAGITA. ANOR. ASINVS/ 90. AN. VN. ASINO CENTVM. ANNOR. ANSER/ 100. ANNI VN'OCHA





STEMMI, MARCHI

NOTIZIE STORICO-CRITICHE

Questa xilografia rappresenta il fortunato soggetto noto come “Scala della vita” o “Scala delle età”.
La rappresentazione delle diverse età dell'uomo compare nella stampa già a partire dalla seconda metà del XV secolo, ma è la celebre xilografia di Jörg Breu il Giovane ad essere considerata l'archetipo della Scala delle età (viene datata al 1540 e ne sono noti vari esemplari, due si conservano presso il British Museum, nn. inv. 1927,0614.181, 1927,0614.181; http://www.britishmuseum.org/research/collection_online/collection_object_details.aspx?objectId=1491459&partId=1& http://www.britishmuseum.org/research/collection_online/collection_object_details.aspx?objectId=1491459&partId=1&). La scala delle età è uno dei soggetti più ricorrenti nella stampa europea a larga diffusione, proposta con declinazioni diverse e varianti fino al XX secolo.

Secondo l'iconografia tradizionale uomini, donne o coppie vengono collocati sui gradini ascendenti e discendenti di una scala. Ad ogni gradino corrispondono 10 anni e vi è collocato un individuo (o coppia) dell'età relativa. L'apice della scala è la maturità (40 o 50 anni, a seconda dei casi), nella rampa ascendente sono rappresentate infanzia e giovinezza, mentre in quella discendente tarda maturità e vecchiaia. In tutte le versioni ricorrono riferimenti alla morte e in quelle più antiche il Giudizio Universale e la presenza di animali che corrispondono alle diverse età.

La xilografia oggetto di questa scheda è di estremo interesse perché è la rappresentazione più antica di questo soggetto nota in area italiana, insieme a quella molto simile ma derivata da una matrice diversa del Kupferstichkabinett di Berlino (ALU.0574.1). Entrambe le xilografie sono inedite e hanno un formato verticale insolito per questo soggetto. Le età rappresentate vanno da un anno a 100 e sull'apice della scala sono collocati i 50. A ogni età corrisponde un personaggio maschile e un diverso animale, come precisato dalle didascalie. Sotto al cinquantenne, al centro della composizione, è raffigurata la Morte che punta una freccia infuocata, sotto, all'interno della scala, il Giudizio Universale. A sinistra, dietro alla rampa ascendente, è un paesaggio con alberi rigogliosi, a destra un paesaggio con alberi senza foglie. Gli animali sono collocati in una scala parallela a quella degli uomini, mentre nelle altre versioni note vengono inseriti entro delle nicchie sotto al gradino corrispondente

La derivazione di queste due xilografie da un modello figurativo tedesco è molto evidente per le fisionomie e l'abbigliamento dei personaggi, ma anche per l'iconografia del Giudizio Universale.
Condividono con la xilografia di Jörg Breu il Giovane vari elementi quali l'abbinamento delle età agli animali (che coincidono), la presenza della morte minacciosa e una piccola rappresentazione del Giudizio Universale. Rispetto alla versione di Breu il Giovane sono stati aggiunti due scalini ai lati della scala che ospitano una culla con un neonato e un centenario.
Gli studi hanno finora considerato le due versioni a bulino date alle stampe da Bertelli verso 1580 a Venezia le più antiche in area italiana (si conservano alla Bertarelli Scala della vita dell'uomo nn. inv. Popolari Profane m. 10e-1, Popolari Profane m. 10e-2,http://graficheincomune.comune.milano.it/GraficheInComune/immagine/Popolari+Profane+m.+10e-1, http://graficheincomune.comune.milano.it/GraficheInComune/immagine/Popolari+Profane+m.+10e-2; al MET nn. inv. 57.585.9 e 53.601.25), ma queste due xilografie vanno con certezza considerate antecedenti.

La xilografia conservata presso Kupferstchkabinett di Berlino ha una qualità più alta nell'intaglio rispetto a quella della Biblioteca Apostolica Vaticana. Le differenze nel disegno sono poche: la figura del leone diversa (più brutta nel foglio berlinese) e i cespugli ai lati della scala. Sono presenti alcune differenze anche nelle didascalie (in quella berlinese sono solo in volgare, in quella vaticana anche in latino) e nel testo (alcuni errori sono presenti in quella vaticana). Considerata la maggiore qualità della versione berlinese è probabile che sia stata impiegata come modello per quella della Biblioteca Apostolica Vaticana.
Da un modello simile deriva anche la versione di Cornelis Anthonisz, databile tra 1545 e 1553, che condivide con quelle italiane l'insolito formato verticale, la ripartizione in anni e gli animali corrispondenti, gli alberi rigogliosi a sinistra e secchi a destra, la rappresentazione del Giudizio Universale inserita nella scala, la Morte e le ampie cornici in alto al cui interno probabilmente erano previsti testi analoghi (un esemplare si conserva al Rijksmuseum, n. inv, RP-P-1886-A-10296, http://hdl.handle.net/10934/RM0001.COLLECT.37396).

Questa xilografia è incollata su uno dei grandi volumi del Fondo Antico della Biblioteca Apostolica Vaticana, quello dedicato a stampe della scuola di Dürer.

DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

tipologia: fotografia digitale

REPERTORI

BIBLIOGRAFIA

, Die Lebenstreppe. Bilder der menschlichen Lebensalter, Bonn, 1983
, Fuoco Acqua Cielo Terra: stampe popolari profane della "Civica Raccolta Achille Bertarelli", Vigevano, 1995, p. 384, n. 508
, Rappresentazioni del destino. Immagini della vita e della morte dal XV al XIX secolo nelle stampe della Raccolta Bertarelli, Milano, 2001, p. 199

MOSTRE/ESPOSIZIONI

AUTORE DELLA SCHEDA

Piazzi M.L., 2018
Piazzi M.L., Atlante delle xilografie italiane del Rinascimento, ALU.0575.1, https://archivi.cini.it/storiaarte/detail/25530/stampa-25530.html
aggiungi ai preferiti Torna all'esito