OGGETTO

definizione: stampa

SOGGETTO

titolo parallelo: ECCE HOMO v. also Pilate shows Christ to the people
titolo: Ecce Homo

LOCALIZZAZIONE

Pavia, Musei Civici, Fondo Soliani
inv. SOL. P. 5690

ACQUISIZIONE NELLA RACCOLTA

tipo acquisizione: donazione
Milano, 1919

PROVENIENZA

DATAZIONE

sec. XVI
1500 ca. - 1550 ca.

AUTORE

  • Anonimo (incisore, inventore)
ambito culturale: ambito nord-italiano (incisore)
ambito nord-italiano (inventore)
altre attribuzioni: ambito milanese

TIRATURA

datazione: post 1864 - ante 1929

STATO DELLA STAMPA

cfr. commento

DATI TECNICI

xilografia; mm 393 x 289; mm 448 x 307 ca.
materia del supporto: carta
filigrana: da rilevare

STATO DI CONSERVAZIONE

buono

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE

RESTAURI

ISCRIZIONI

tipologia: di titolazione
lingua: latino
tecnica di scrittura: intagliata
trascrizione: ECCE HOMO

tipologia: didascalica
tecnica di scrittura: intagliata
trascrizione: IHS [S in controparte]

tipologia: didascalica
tecnica di scrittura: intagliata
trascrizione: IESVS NAZARENVS REX IVDEORVM

tipologia: riferimento all'autore
trascrizione: LC 1505







STEMMI, MARCHI

NOTIZIE STORICO-CRITICHE

Questo foglio è un esemplare di tiratura moderna da una matrice lignea Soliani conservata a Modena, Galleria Estense, inv. C. 198 (si veda la scheda relativa ALU.0004-M, cui si rimanda anche per le questioni attributive). Di questa matrice si conoscono solo impressioni moderne e si individuano tre stati.
Un primo stato senza monogramma, ma con già tracce di usura della matrice, attestato anche dai cataloghi Soliani 1828 e 1864 (si veda la scheda ALU.0004.2).
Un secondo stato, cui appartiene anche la stampa qui schedata, che porta in basso a sinistra il monogramma “LC” e la data 1505, è da riferirsi ad una tiratura risalente al XIX secolo, e in particolare agli anni tra il 1864 e il 1887: dall'analisi delle stampe note derivate dall'intaglio Soliani è stato infatti possibile stabilire che, dopo le tirature attestate dai Cataloghi Soliani del 1828 e del 1864, senza alcun monogramma (si veda l'esemplare di Modena, ALU.0004.2), si colloca questo stato con l'aggiunta del monogramma, che vorrebbe richiamare Lucas Cranach (per il monogramma si veda Nagler 1858-1879, II, p. 109 n. 310). Si tratta di una falsificazione attribuita a Pietro Barelli (cfr. A. Milano in I legni incisi…1986, pp. 31-33). Per altri esemplari cfr. Milano, Raccolta Bertarelli, Collezione Soliani, nn. 31-32-33: il n. 32 porta il monogramma disegnato a matita rossa da Barelli; Faenza, Biblioteca Comunale, Collezione Sabbatani, inv. 83372). Successivamente si conoscono esemplari senza monogramma (ma in cui i tratteggi soprastanti restano accorciati rispetto al primo stato): sappiamo che una tiratura senza monogramma venne realizzata in occasione della mostra del 1942 a cura di Luigi Sorrento (si veda ad esempio il foglio in Bertarelli, Collezione Soliani, n. 34).

Dunque altri esemplari sono conservati:
- Berlino
- Cincinnati
- New York (cfr. Field in TIB)
- Faenza, Biblioteca Comunale, Collezione Sabbatani, inv. 83372
- Milano, Bertarelli, Collezione Soliani, n. 31, 32, 33, 34

DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

tipologia: fotografia digitale
ente proprietario: Pavia, Musei Civici ©

REPERTORI

Schreiber W.L., Handbuch der Holz- und Metallschnitte des XV. Jahrhunderts, Leipzig, 1926-1930, II, n. 855 
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/schreiber1926ga
Field R.S., The Illustrated Bartsch 161-166 (Supplement). German single leaf woodcuts before 1500: Anonymous artists, New York, 1987-2008, v. 163, p. 130 n. 855, v. 163, p. 130 n. 855

BIBLIOGRAFIA

Lippmann F., "Der italienische Holzschnitt im XV. Jahrhundert", in Jahrbuch der Koeniglich Preussischen Kunstsammlungen, 1884, V, pp. 3-26, 179-207,305-327, p. 321 (ed. 1888 e 1969, p. 170), p. 323 (ed. 1888 e 1969, p. 167) 
https://www.digizeitschriften.de/dms/toc/?PID=PPN523141572_0005
Venturi L., "Über einige alte Italianische Holzschnitte", in Der Kunstfreund, 1885, pp. 356-358, p. 358
Kristeller P., Die Lombardische Graphik der Renaissance nebst einem Verzeichnis von Büchern mit Holzschnitten, Berlin, 1913, p. 57
Hind A.M., An Introduction to a History of Woodcut, London, 1935, II, pp. 444-446
Sorrento L., Stampe popolari e libri figurati del Rinascimento lombardo, Milano, 1942, pp. 234-236 n. 71
Panofsky E., "Jean Hey's "Ecce Homo". Speculations about its Author, its Donor, and its Iconography", in Bulletin des Musées Royaux des Beaux-Arts de Bruxelles, 1956, 5, pp. 95-138, pp. 115-116, p. 117 fig. 20
, I legni incisi della Galleria Estense. Quattro secoli di stampa nell'Italia Settentrionale, Modena, 1986, pp. 80-81 n. 23, tav. 17
Goldoni M., "Dietro un acquisto: motivi inespressi nella cultura di Adolfo Venturi", Gli anni modenesi di Adolfo Venturi, 1994, pp. 147-179, pp. 147, 150 fig. 2
, Achille Bertarelli e Trieste. Catalogo delle stampe donate alla Biblioteca Civica Attilio Hortis, Milano, 2000, pp. 118-119 n. 12 (F. Nodari), p. 119
Aldovini L., "La stampa con il 'Cristo portacroce' e la trasmissione dei modelli nell'arte lombarda tra fine XV e inizio XVI secolo", L'Andata al Calvario di Marco Palmezzano. Restauri, ricerche, interpretazioni, Lovere, 2014, pp. 87-96, 142-146, pp. 87-96

MOSTRE/ESPOSIZIONI

AUTORE DELLA SCHEDA

Aldovini L., 2016
Aldovini L., Atlante delle xilografie italiane del Rinascimento, ALU.0004.1, http://archivi.cini.it:80/cini-web/storiaarte/detail/275/stampa-275;JSESSIONID_OPAC_CINI=B56E28FCCB66EB44052DD5E11434FC3D.html