SOGGETTO

titolo parallelo: BIRTH OF A MONSTRUOUS CHILD
titolo: Il mostro di Castelbaldo

LOCALIZZAZIONE

inv. IT. VII, 268 (=9255)

PROVENIENZA

DATAZIONE

sec. XVI, primo quarto
1525

AUTORE

  • Anonimo (incisore, inventore)
ambito culturale: ambito veneziano (incisore/ inventore)

DATI TECNICI

xilografia; mm 128 x 83 ca., ; mm 310 x 190 ca.
materia del supporto: carta
filigrana: da rilevare

STATO DI CONSERVAZIONE

buono

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE

RESTAURI

ISCRIZIONI

tipologia: di commento
lingua: volgare
tecnica di scrittura: a caratteri mobili
autore: P. P. D.
trascrizione: Si vedano le notizie storico critiche










STEMMI, MARCHI

NOTIZIE STORICO-CRITICHE

Tra i casi di manoscritti illustrati mediante l'inserimento di xilografie ci sono le cronache storiche, dove il ruolo della immagini è quello di descrivere visivamente l'evento raccontato. È il caso dei fogli inseriti nei Diarii di Marin Sanudo della Biblioteca Nazionale Marciana, oggetto delle schede (ALU.0936, ALU.0937, ALU.0938), e anche di quelli presenti in un codice vaticano che riporta eventi dal 1520 al 1525, il nono volume delle Historiae senenses di Sigismondo Tizio (ALU.0825, ALU.0277, ALU.278.1).
Le stampe inserite nei Diarii di Marin Sanudo – che sono anche manifesti e bandi destinati ad essere affissi, opuscoli ecc. –, sono state studiate e catalogate da Orfea Granzotto (Granzotto 2005-2006).
Sanudo raccoglieva materiali a stampa di attualità, che a volte inseriva a commento di una sua notizia, e altre volte costituivano la notizia in sé, senza nessuna annotazione da parte dell'autore. Sono presenti in quasi tutti i volumi. Tra di essi si trovano alcune grandi e pregevoli xilografie, come quelle relative all'incoronazione di Carlo V nel 1519, non schedate in questo repertorio perché tedesche. Oppure fogli volanti – corredati da una vignetta xilografica e da un testo –, che rappresentano avvenimenti miracolosi, mostruosi e comunque straordinari. Si tratta in generale di materiale stampato tra il 1510 e il 1530.

L'estensore del testo che accompagna la xilografia, che si firma in fondo con le lettere P. P. D., racconta la nascita di un ermafrodita con tre gambe e il busto a forma di palla. Avvenne il 28 dicembre 1525 'sotto' Castelbaldo (una località al confine fra le province di Padova e Rovigo), il che forse significa ai piedi della fortificazione che di lì a poco sarebbe stata demolita perché quel paese non avrebbe più avuto interesse strategico.
“La infidelitade che ogi dì regna al mondo illustrissimi signori miei causa che molte fiate lo eterno padre ne manda che li monstri non creduti noi li vediamo, a ben che procedano da la natura male disposta, e organizata, over maculata, over da superfluo sperma, niente di manco Dio maestro de la natura lassa incorrer: il qual potria obviare: per li nostri inormissimi peccati acio che come io dissi ne laltra expositione del monstro Dalemagna: vedendo noi esser di natura perfetta habbiamo causa a laudar lo nostro padre eterno dio: e temerlo considerando ne harebbe potutto far simili e più monstruosi, si come al presente e nato uno diforme e monstruoso sotto castel baldo alli maxi, Del. M. D. XXV. Adi. 28 de Decembrio con tre gambe, e la terza gamba infra le due revolta insuso e tra la destra gamba e qulla di mezo ha la natura di dona e di dreto ha il membro masculino: e in lo corpo ha come una balla tonda: over come una testa, e un brazo di dreto ispecto le qual cose sono molto da pensar la signification sua: e secondo il mio picolo e basso ingegno mi sforzaro exporre si come Dio mi sporgera in la mente mia e perho lettori miei carissimi pregovi se non sera la expositione al vostro gusto conveniente excusareti la ignorantia mia, e per converso se sera di laude, dareti laude al summo motore che tutte le laude si sonno sue il quale merita esser laudato per infinita secula seculorum….”
A questa parte introduttiva fa seguire l'interpretazione delle mostruosità, ad esempio ‘la gamba che escie fuora del corpo revolta insuso significa un capo over uno pseudo propheta che predicara il falso e sicome un piede non puol caminare revolto contra natura così costui non potra caminar cioeè non durara longo tempo…”.
P. P. D. era evidentemente specializzato nella descrizione di eventi mostruosi, menziona infatti un altro foglio volante (probabilmente): "che come io dissi ne laltra expositione del monstro Dalemagna". Forse si tratta del Monaco-Vitello nato in Sassonia e pubblicato con il commento di Martin Lutero. Un foglio con questo soggetto è inserito in un'altra cronaca storica manoscritta del genere dei Diarii di Marin Sanudo, le Historiae senenses di Sigismondo Tizio, codici che riportano eventi dal 1520 al 1525 conservati alla Biblioteca Apostolica Vaticana: si veda ALU.0825.

DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

tipologia: fotografia digitale
ente proprietario: Venezia, Biblioteca Nazionale Marciana ©
note: Creative Commons

tipologia: fotografia digitale
ente proprietario: Venezia, Biblioteca Nazionale Marciana ©
note: Creative Commons

REPERTORI

BIBLIOGRAFIA

Granzotto O., Marin Sanudo e la stampa: bandi manifesti, fogli volanti, opuscoli e stampe popolari tra le pagine dei Diarii, Università di Udine, 2005-2006
Rozzo U., La strage ignorata. I fogli volanti a stampa nell'Italia dei secoli XV e XVI, Udine, 2008, p. 135

MOSTRE/ESPOSIZIONI

AUTORE DELLA SCHEDA

Urbini S., 2020
Urbini S., Atlante delle xilografie italiane del Rinascimento, ALU.0936, https://archivi.cini.it/storiaarte/detail/45150/stampa-inserita-volume-foglio-volante-45150.html
aggiungi ai preferiti Torna all'esito