Istituto di Storia dell'Arte / Atlante delle Xilografie italiane del Rinascimento

OGGETTO

definizione: stampa

SOGGETTO

titolo parallelo: VULCAN FORGES ENEA'S WEAPONS AND VENUS DELIVERS THEM

LOCALIZZAZIONE

Pavia, Musei Civici, Collezione Malaspina

ACQUISIZIONE NELLA RACCOLTA

tipo acquisizione: legato
Pavia, 1838

PROVENIENZA

data ingresso: ante 1824
data uscita: 1835

DATAZIONE

sec. XVI, inizio
1500 ca. - 1520 ca.

AUTORE

ambito culturale: ambito nord-italiano (incisore)

DATI TECNICI

xilografia; mm 303 x 218 ca., ; mm 305 x 220 ca.
materia del supporto: carta
filigrana: non rilevabile (controfondo)

STATO DI CONSERVAZIONE

buono
indicazioni specifiche: foro da tarlo a destra; grinze; alcune macchioline; carta ingiallita; sul controfondo, al verso, tracce di precedenti incollaggi

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE

interventi conservativi: controfondato e incollato con brachette, lungo il margine superiore, al montaggio moderno

RESTAURI

1999-2008, Perugini, Chiara: distacco dell'incisione dal cartone ottocentesco di sostegno; pulitura; predisposizione su cartone di sostegno con brachette di carta giapponese e copertura in carta anacida
ente responsabile: SBAS MI

ISCRIZIONI

tipologia: riferimento all'autore
tecnica di scrittura: a stampa
trascrizione: IB










STEMMI, MARCHI

tipologia: monogramma, dell'autore
identificazione: Maestro IB con l'uccello
posizione: in basso al centro
descrizione: IB con l'uccello
Maestro IB con l'uccello

vedi scheda stemma



tipologia: timbro a secco, di collezione
identificazione: Stabilimento Malaspina (non in Lugt)
posizione: in basso verso sinistra
descrizione: lettere S M corsive, entro tondo con perline a rilievo
Stabilimento Malaspina (non in Lugt)

vedi scheda stemma



tipologia: timbro a inchiostro, di collezione
posizione: sul supporto, al verso
descrizione: STABILIMENTO / MALASPINA, entro ovale; inchiostro nero
Stabilimento Malaspina (Lugt 1779a)

vedi scheda stemma

NOTIZIE STORICO-CRITICHE

La stampa fa parte di un gruppo di dieci xilografie che, insieme a quattordici bulini, portano come firma la marca IB seguita da un piccolo uccello, forse una colomba, così che, insieme ad altri pochi fogli senza marca, furono riferiti al cosiddetto Maestro IB con l'uccello.
Si veda il commento alla scheda ALU.0101.1 per una introduzione sul nucleo di 11 xilografie a lui riferite e per le ipotesi di identificazione dell'artista.

Il foglio qui schedato viene considerato dagli studiosi tra i primi realizzati dall'artista.
Dal punto di vista iconografico, il soggetto venne talvolta indicato come 'Marte, Venere e Vulcano', ma la compresenza dei personaggi nella fucina di Vulcano non troverebbe attestazione nelle fonti letterarie. E' così più probabile che la scena riunisca due momenti narrati nell'Eneide di Virgilio: Vulcano che forgia le armi di Enea (Eneide, VIII, 439-453) e Venere che gliele consegna (VIII, 615). Cfr. V. Segre in Mantegna... 2003, p. 110 n. 55. Oppure potrebbe trattarsi del momento in cui Vulcano starebbe forgiando le armi di Achille (cfr. bibliografia).

Confrontando i dettagli della stampa, Byam Shaw ha distinto due varianti dell'intaglio, distinte convenzionalmente in A e B, per riconoscere le quali si osservino ad esempio dettagli quali il piede destro di Venere, i ciuffi d'erba e i tratteggi subito accanto, la colomba accanto al monogramma, l'arco tenuto da Cupido...
Gli esemplari noti della stampa sono conservati a:
- Pavia, Musei Civici (inv. St. Mal. 1564; ALU.0104.1 qui schedato) - variante A

- Paris, BnF (Ea 33 rés., Cl. 90 C 147234; Lambert 776; ALU.0104.2) - variante A

- London, British Museum (due esemplari: inv. 1854,113.167 - variante A - ALU.104.3
http://www.britishmuseum.org/research/collection_online/collection_object_details.aspx?objectId=1356180&partId=1&searchText=1895,0122.1214&page=1

e inv. 1895,0122.1214 - variante B (ALU.0105)
http://www.britishmuseum.org/research/collection_online/collection_object_details.aspx?objectId=1356181&partId=1&searchText=1895,0122.1214&page=1

- Oxford, Ashmolean Museum, inv. WA1863.1810 - variante A
http://www.ashmolean.org/ash/objects/makedetail.php?pmu=236&mu=238>y=asea&sec=&dtn=10&sfn=Artist,Title,Accession%20Number(s),Object,Material&cpa=1&rpos=3&obj=&mat=&pro=&anum=&ref=&art=Giovanni%20Battista%20Palumba&ttl=&ser=
Questo foglio presenta al verso un testo a stampa: si deve ipotizzare che sia stato utilizzato come illustrazione libraria o come foglio di riuso? Si veda quanto già avvenuto per il San Gerolamo (ALU.0101.1).

- Vienna.

E' difficile stabilire se le due varianti A e B siano esito di due legni diversi (una copia dell'altro o due versioni del medesimo artista o degli intagliatori di cui si servì?) o di un reintaglio.

Un esemplare di questa stampa (non è possibile determinare quale versione) appartenne alla collezione di Ferdinando Colombo (cfr. McDonald 2004).

DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

tipologia: fotografia digitale
autore: Luca Postini
ente proprietario: Pavia, Musei Civici ©

REPERTORI

BIBLIOGRAFIA

Malaspina di Sannazzaro L., Catalogo di una Raccolta di Stampe Antiche, Milano, 1824, II, pp. 20-21
Galichon É., "Giovanni Battista del Porto, dit le Maître à l'oiseau", in Gazette des Beaux-Arts, 1859, 4, pp. 257-274
Lippmann F., The woodcuts of the Master I.B. with the bird, Berlin-London (et al.), 1894, n. 9
Byam Shaw J., "Catalogue of The Master I.B with the Bird", in The Print Collector's Quarterly, 1933, XX, pp. 168-178, n. 24
Hind A.M., An Introduction to a History of Woodcut, London, 1935, II, p. 442
Campana A., "Intorno all'incisore Gian Battista Palumba, e il pittore Jacopo Rimpacta (Ripanda)", in Maso Finiguerra, 1936, I, pp. 164-181, pp. 164-181
Hind A.M., Early Italian Engraving. A critical catalogue with complete reproduction of all the prints described, New York, 1938-1948, V, p. 249
Lambert G., Les premières gravures italiennes. Quattrocento-début du cinquecento. Inventaire de la collection du département des Estampes et de la Photographie, Paris, 1999, p. 423 n. 776 
http://books.openedition.org/editionsbnf/1303
, Andrea Mantegna e l'incisione italiana del Rinascimento nelle collezioni dei Musei Civici di Pavia, Milano, 2003, p. 110 n. 55, p. 78 n. 55
McDonald M. P., The Print Collection of Ferdinand Columbus (1488-1539). A Renaissance Collector in Seville, London, 2004, n. 2032

AUTORE DELLA SCHEDA

Aldovini L., 2016
Aldovini L., Atlante delle xilografie italiane del Rinascimento, ISBN 978-88-96445-24-2 ALU.0104.1, http://archivi.cini.it:80/cini-web/storiaarte/detail/6146/stampa-6146;JSESSIONID_OPAC_CINI=4488B6E5F028D34A034161AF2519BB67.html
aggiungi ai preferiti Torna all'esito

Altre relazioni