OGGETTO

definizione: stampa

SOGGETTO

titolo parallelo: LAOCOÖN AND HIS SONS STRANGLED BY TWO SERPENTS
titolo: Caricatura del Laocoonte

LOCALIZZAZIONE

Londra, British Museum, Department of Prints and Drawings

PROVENIENZA

DATAZIONE

sec. XVI, prima metà
1540 ca. - 1545 ca.

AUTORE

DATI TECNICI

xilografia; mm 275 x 402
materia del supporto: carta
filigrana: da rilevare

STATO DI CONSERVAZIONE

buono

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE

RESTAURI

ISCRIZIONI











STEMMI, MARCHI

NOTIZIE STORICO-CRITICHE

La xilografia, ricavata da un solo blocco, è descritta da Carlo Ridolfi: “Un gentil pensiero di tre bertucce sedenti, attorniate da serpi, nella guisa de Laocoonte e de' figliuoli posti in belvedere di Roma (Le meraviglie dell'arte, 1568, I, p.203)”
La qualità assai semplificata del paesaggio esclude che, per questa parte della xilografia, ci sia stato un disegno preparatorio di Tiziano. Per il vigore del segno e dell'invenzione del gruppo centrale, dove le scimmie interpretano la parte di Laocoonte e dei figli, la critica ritiene invece che Boldrini fosse in possesso di un disegno preparatorio di mano di Tiziano.
Come ha argomentato H. W. Janson, il significato della caricatura del Laocoonte è quello di deridere i chirurghi conservatori seguaci di Galeno che dissezionavano le scimmie –e non i corpi umani, come invece faceva Vesalio- credendo che fossero identiche agli uomini. Come è noto, Tiziano e Andrea Vesalio, professore di anatomia all'Università di Padova dal 1537 al 1542, si conoscevano bene, tanto che dalla bottega, se non addirittura dalla penna di Tiziano uscirono alcuni disegni per il celebre trattato di anatomia del medico di Bruxelles.

Esistono molti esemplari di questa xilografia, ad esempio:

Firenze, Uffizi (Stampe sciolte, n.21)

New York, Metropolitan (22.73.3-125)
http://www.metmuseum.org/art/collection/search/360382

Boston, Museum of Fine Arts (M34978; 21.10819; P19092; K5656; The Ape Laocoon, 40.11);

Londra, British Museum:
BM W,5.74 (vedi foto allegata):
http://www.britishmuseum.org/research/collection_online/collection_object_details.aspx?objectId=1555733&partId=1&searchText=Boldrini+Laocoon&page=1

BM 1874,0711.1288 (copia a rovescio)
http://www.britishmuseum.org/research/collection_online/collection_object_details.aspx?objectId=3191552&partId=1&searchText=Boldrini+Laocoon&page=1

BM 1902,1213.1 (copia a rovescio)
http://www.britishmuseum.org/research/collection_online/collection_object_details.aspx?objectId=3191562&partId=1&searchText=Boldrini+Laocoon&page=1

Washington, National Gallery of Art (1972.49.4):
https://images.nga.gov/en/search/do_quick_search.html?q=%221972.49.4%22

Davison Art Center, Wesleyan University (Muraro e Rosand 1976, Washington, n. 40);

Berlino, Kupferstichkabinett (inv. 276/38) (ALU.0186.7);

Zurigo, Graphische Sammlung ETH Zürich, (D 34)
https://www.graphikportal.org/document/gpo00218141

Dresda, Kupferstich-Kabinett, Staatliche Kunstsammlungen Dresden (A 88464)
https://www.graphikportal.org/document/gpo00113252

DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

REPERTORI

BIBLIOGRAFIA

Janson H. W., "Titian's Laocoon Caricature and the Vesalian-Galenist Controversy", in The Art Bulletin, New York, 1946, pp. 49-53, n. 1
, Tiziano e la silografia veneziana del Cinquecento, Vicenza, 1976, p. 114-115, n. 49
Lüdemann P., Tiziano. Le botteghe e la grafica, Firenze, 2016, p. 135-155

MOSTRE/ESPOSIZIONI

AUTORE DELLA SCHEDA

Urbini S., 2017
Urbini S., Atlante delle xilografie italiane del Rinascimento, ALU.0186.1, https://archivi.cini.it/storiaarte/detail/8240/stampa-8240.html