Istituto di Storia dell'Arte / Atlante delle Xilografie italiane del Rinascimento

OGGETTO

definizione: stampa

SOGGETTO

titolo parallelo: THE NATIVITY WITH ST ELIZABETH, ST JOHN AND THE SHEPERDS

LOCALIZZAZIONE

Brema, Kunsthalle, Kupferstichkabinett
inv. 33000

PROVENIENZA

DATAZIONE

sec. XVI, secondo quarto
1530 ca. - 1535 ca.

AUTORE

DATI TECNICI

xilografia; mm 435 x 410
materia del supporto: carta
filigrana: da rilevare

STATO DI CONSERVAZIONE

discreto
indicazioni specifiche: Estese lacune sui bordi del foglio: i quattro angoli risultano mancanti. Il danno maggiore riguarda l'angolo superiore destro della stampa. Il grande foglio deve essere stato a lungo piegato perché presenta un'abrasione della carta che corre trasversalmente lungo tutta la parte centrale. Il foglio è incollato su una carta più recente.

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE

RESTAURI

ISCRIZIONI











STEMMI, MARCHI

NOTIZIE STORICO-CRITICHE

La scena si svolge all'aperto, in uno spazio caratterizzato architettonicamente da un portico entro il quale è allestito con travi di legno il riparo per la Sacra Famiglia, per il bue e per l'asino, dei quali scorgiamo i musi. In bilico sulle assi, tre angioletti nudi accompagnano con suoni e canti la Natività: uno legge lo spartito tenendo la traccia con il dito, quello in mezzo canta, mentre l'angelo sulla destra suona un piccolo liuto. Un pastore abbracciato alla colonna osserva, sotto di sé, il vivace incontro tra due bambini nudi ed erculei, Giovanni e Gesù. Una donna all'estrema destra della composizione, intenta ad arrotolare una fascia, ci nega il volto. In primo piano seduta a terra Maria, coperta con un ampio velo, appoggia il braccio sinistro su un cuscino mentre la sua mano gioca con il piede di Gesù. Il bambino è sorretto teneramente da Giuseppe, un uomo anziano barbuto e inturbantato, che volge lo sguardo premuroso a Maria. Di fronte a lei la vecchia Santa Elisabetta tiene sulle ginocchia Giovanni impegnato con Gesù in un dialogo di gesti e di sguardi. Sulla sinistra tre uomini e una donna assistono all'incontro. Due di loro -uno inginocchiato e uno in piedi, con un bastone sulla spalla al quale è annodato un fagotto -, sembrano invitare altri personaggi all'evento. Chiudono la Natività, sulla sinistra di chi guarda, una fanciulla che regge sulla testa un paniere e un uomo con un cesto sotto il braccio. L'autore di questa xilografia di grandi dimensioni è Amico Aspertini (1474-1552), il poliedrico artista bolognese che dipinse, scolpì, miniò e fu anche peintre-graveur: a volte infatti incise in prima persona le proprie invenzioni, mentre in altri casi affidò i propri disegni a professionisti del settore, come Agostino Veneziano e Francesco Denanto. La sua Circoncisione (ALU.0293.1, ALU.0293-M) in particolare presenta vari tratti in comune con la nostra Natività, come l'idea di allestire la scena in un paesaggio neutro con un portico abitato. In entrambe le xilografie, la Circoncisione e la Natività di Brema, la corrispondenza fra lo stile disegnativo dell'artista e il risultato inciso è talmente stretta da poter ipotizzare che sia stato proprio Amico l'intagliatore: quantomeno egli dovette disegnare direttamente sulla tavoletta di legno. Questa animata Natività è una sorta di prontuario di invenzioni aspertiniane che ci permettono non solo di attribuire l'opera al bizzarro bolognese con ampi margini di sicurezza ma anche di stabilire l'epoca di esecuzione, tra la fine del secondo e l'inizio del terzo decennio del Cinquecento, in concomitanza con sue opere affini dal punto di vista stilistico e iconografico. In particolare e il disegno raffigurante la Madonna con il Bambino, sant'Elisabetta, san Giovannino e san Giuseppe, conservato al Kupfertichkabinett dell'Herzog Anton Ulrich-Museum a Braunschweig un'opera di riferimento anche per un'altra xilografia ideata da Amico, il Compianto su Cristo morto conservato a Berlino (ALU.0307).

DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

tipologia: fotografia digitale

REPERTORI

BIBLIOGRAFIA

Urbini S., "A Newly Identified Woodcut by Amico Aspertini", in Print Quarterly, Dorchester, Dorset, 2018, pp. 183-188, pp. 183-188

MOSTRE/ESPOSIZIONI

AUTORE DELLA SCHEDA

Urbini S.
Urbini S., Atlante delle xilografie italiane del Rinascimento, ALU.0358, http://192.168.3.88:8180/cini-web/storiaarte/detail/17564/stampa-17564;JSESSIONID_OPAC_CINI=9423261FAE4C3F030BE6C049BB4960E6.html
aggiungi ai preferiti Torna all'esito