Istituto di Storia dell'Arte / storiaartexilografie

OGGETTO

definizione: carta da gioco

SOGGETTO

identificazione: Trionfi: l'Imperatore
titolo parallelo: The Emperor

LOCALIZZAZIONE

inv. LEBER g 1351-2 (XIV)

PROVENIENZA

data uscita: 1838

DATAZIONE

sec. XVI, secondo quarto
1540 ca. - 1550 ca.

AUTORE

  • Anonimo (incisore, inventore)
ambito culturale: ambito veneziano (incisore)
ambito fiorentino (inventore)

DATI TECNICI

xilografia; mm 135 x 70
materia del supporto: carta
filigrana: da rilevare

STATO DI CONSERVAZIONE

buono

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE

RESTAURI

ISCRIZIONI

tipologia: didascalica
lingua: latino
tecnica di scrittura: a penna
tipo di caratteri: caratteri romani maiuscoli
trascrizione: IMPERATOR ASSIRIORUM










STEMMI, MARCHI

NOTIZIE STORICO-CRITICHE

L'Imperatore, nelle vesti di Imperator Assirorum, è un trionfo facente parte del cosiddetto mazzo Leber, costituito da 30 carte e conservato alla Bibliothèques municipales di Rouen. Per la descrizione del mazzo si veda ALU.0903.
Si tratta probabilmente Sardanapalo, imperatore assiro per eccellenza e soggetto non molto frequentato a queste date, presente però anche nei Trionfi del mazzo di tarocchi di Matteo Maria Boiardo (ALU.0583 - ALU.0599), in cui impersona l'Ozio, primo trionfo del mazzo di carte. Boiardo descrive in un libretto ogni carta che avrebbe dovuto comporre un fantasioso mazzo: Sardanapalo, che impersona il trionfo dedicato all'Ozio, viene descritto con questa terzina:

Ocio Sardanapalo ocioso in piume
tenne: e in lascivie concubine: e gola
tanto che del regnar perse el costume.

Pier Antonio Viti, nel suo commento al testo di Boiardo, descrive come avrebbe dovuto essere raffigurata la carta con Sardanapalo, primo trionfo di 21 più il matto:

la figura è di Sardanapalo re, se bene mi ramento, de li Assyrii; lo quale a la luxuria e gola dato, non seppe il regno guidare, e fu il primo che ritrovoe le piume ne le quale si dormisse. Contra al volere de Vostra Signoria, questo mi parve potere, di Sardanapalo ragionando, dire. La figura del quale è delicata: e tiene in dosso un manto bianco di celeste colore adaquato, et ha in testa l'aurea corona; e sede sopra un giallo scanno; et sotto el manto è de morello vestito; et a piedi suoi face una marmota, che è animale pigro e ocioso e sonnolento.

La carta dell'Ozio del mazzo di Boiardo non ci è pervenuta e non possiamo stabilire con certezza se sia stata raffigurata seguendo le indicazioni del Viti come le altre, o se Sardanapalo venne raffigurato in maniera più conveniente a cavallo, come nella carta Leber. Di rilievo è che per entrambi i trionfi sia stato impiegato questo raro personaggio.



DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

tipologia: foto digitale
ente proprietario: Rouen, Bibliothèques municipales ©
note: Creative Commons

REPERTORI

BIBLIOGRAFIA

, Catalogue des livres imprimés, manuscrits, estampes, dessins et cartes à jouer, composant la bibliothèque de m. C. Leber, Paris, 1839, p. 240, n. XIV, 
https://books.google.fr/books?id=IM0DZpv0WVQC&pg=PA240&dq=catalogue+leber+XIV+tarots+italiens&hl=fr&sa=X&ved=0ahUKEwjNoMa02pLeAhVD3RoKHXLrAeEQ6AEIKDAA#v=onepage&q=catalogue%20leber%20XIV%20tarots%20italiens&f=false
Molmenti P., La storia di Venezia nella vita privata dalle origini alla caduta della repubblica. Lo splendore, Bergamo, 1906, v. II, p. 525
Novati F., "Carte da Gioco dei secoli XV, XVI e XVII rinvenute nel Castello Sforzesco", in Bullettino dei Civici Musei Artistico ed Archeologico di Milano, 1908, 17-20, p. 19, nota 1. 
https://www.bdl.servizirl.it/bdl/bookreader/index.html?path=fe&cdOggetto=3416#page/82/mode/2up
Detlev H., Die Welt der Spielkarte. Eine Kulturgeschichte, Leipzig, 1972, fig.23
Dummett M., The Game of Tarot: from Ferrara to Salt Lake City, London, 1980, p. 86, p. 392 n.25, p. 406
Depaulis T., Tarot, jeu et magie, Paris, 1984, pp. 49-50, n. 12
Kaplan Stuart R., The Encyclopedia of Tarot, New York, 1985-1986, vol. I, p. 133
Berti G./ Vitali A., I Tarocchi: le carte di corte. Gioco e magia alla corte degli Estensi, Bologna, 1987, pp. 90-91, n.20
Dummett M., Il mondo e l'angelo. I tarocchi e la loro storia, Napoli, 1993, pp. 206-209
Luberti R., "Dai trionfi miniati del XV secolo ai tarocchi stampati del XVI", in Ludica, 2003, pp. 178-193, pp. 188-189, n. 51

MOSTRE/ESPOSIZIONI

AUTORE DELLA SCHEDA

Urbini S./ Piazzi M.L., 2020
Urbini S./ Piazzi M.L., Atlante delle xilografie italiane del Rinascimento, ALU.0927, https://archivi.cini.it/storiaarte/detail/43858/carta-gioco-43858.html