Istituto di Storia dell'Arte / Atlante delle Xilografie italiane del Rinascimento

OGGETTO

SOGGETTO

titolo parallelo: St Marina (previously St Martinella)

LOCALIZZAZIONE

inv. 11 Cod. 485

ACQUISIZIONE NELLA RACCOLTA

tipo acquisizione: acquisto
Pesaro, 1711

PROVENIENZA

data uscita: post 1487

DATAZIONE

sec. XV, terzo quarto
1480 ca.

AUTORE

  • Anonimo (incisore, inventore)
ambito culturale: ambito marchigiano (incisore)
ambito nord-italiano (inventore)
altre attribuzioni: ambito nord-italiano

DATI TECNICI

materia del supporto: carta
filigrana: presente, non ben visibile: forse due di quattro petali affusolati di margherita (Schizzerotto 1971)

STATO DI CONSERVAZIONE

discreto
indicazioni specifiche: Xilografia ritagliata da Rubieri.

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE

RESTAURI

1938: La xilografia in questione in origine era incollata all'interno del codice 485. Fu rimossa in occasione del restauro del 1938 condotto alla Biblioteca Apostolica Vaticana. Il foglio su cui era incollata si trova ora in fondo al cod. 485/V.
ente responsabile: Biblioteca Apostolica Vaticana

ISCRIZIONI

tipologia: didascalica
tecnica di scrittura: a penna e inchiostro bruno
tipo di caratteri: caratteri gotici
autore: Rubieri, Jacopo
trascrizione: S. Martinela










STEMMI, MARCHI

NOTIZIE STORICO-CRITICHE

La stampa raffigura una santa con una tonaca monastica (maschile), con scapolare e cappuccio, e alcuni attributi non del tutto identificabili a causa del ritaglio operato sulla sagoma: un giglio, un libro con legatura a borsetta (dettaglio per il quale si rimanda alla bibliografia ricordata da Schizzerotto 1971), e forse un paniere nella destra.
La stampa presenta anche una coloritura a mano in grigio chiaro, grigio scuro, verde, marrone, giallo.
L'opera fa parte del gruppo di stampe riunite dall'impiegato forense Jacopo Rubieri da Parma, per la cui vicenda si rimanda alla scheda ALU.0013 e al gruppo di opere conservate per la maggior parte a Ravenna, ma anche a Pesaro.
La xilografia in questione portava una didascalia, "S. Martinela", apposta a mano dal Rubieri su un cartellino ora applicato al montaggio. La santa è stata recentemente più correttamente identificata con Santa Marina, il cui culto era diffuso tra Tre e Quattrocento in area adriatica e a Venezia, dove dal 1325 era stata fondata una scuola a lei dedicata (cfr. Bellini in cat. exp. Roma 1987; la scuola è già citata da Schizzerotto 1971). L'abito da monaco rispetterebbe il racconto agiografico.

Questa stampa venne attribuita da Schizzerotto ad un artista settentrionale, verso il 1480. Samek Ludovici (1974) propone un'analogia con un'altra stampa della Classense, raffigurante S. Antonio da Padova (ALU.0093), analogia respinta da F. Bellini (1987) che invece ritiene l'opera della stessa mano, ma più tarda, delle due stampe di Rubieri oggi conservate a Pesaro (ALU.0013 e ALU.0014), forse di area marchigiana.
La datazione intorno al 1480 era già stata proposta da Schreiber.

DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

tipologia: fotografia digitale
ente proprietario: Ravenna, Istituzione Biblioteca Classense ©

REPERTORI

Schreiber W.L., Manuel de l'amateur de la gravure sur bois et sur métal au XVe siècle, Berlin-Leipzig, 1891-1911, n. 1621
Essling V., Massena, Prince d', Les livres a figures venitiens de la fin du XVe siecle et du commencement du XVIe, Firenze-Paris, 1907-1914, III, p. 45
Schreiber W.L., Handbuch der Holz- und Metallschnitte des XV. Jahrhunderts, Leipzig, 1926-1930, III, n. 1621 
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/schreiber1926ga

BIBLIOGRAFIA

Lehrs M., "Una nuova incisione in rame del maestro delle banderuole in Ravenna", in Archivio Storico dell'Arte, 1888, I, pp. 444-446, p. 446 n. 20
Kristeller P., "Holzschnitte des Meisters des Abendmahls in Ravenna", Festschrift für Max J. Friedländer zum 60. Geburtstage, Leipzig, 1927, pp. 3-13, p. 4
Schreiber W.L., "Einzel-Formschnitte des fünfzehnten Jahrhunderts in der Biblioteca Classense Ravenna", Einblättdrucke des XV. Jahrhunderts, Strassburg, 1929, n. 24
Schreiber W.L., "Einzel-Formschnitte des fünfzehnten Jahrhunderts in der Biblioteca Classense Ravenna", Einblättdrucke des XV. Jahrhunderts, Strassburg, 1929, p. 12 n. 24, pl. 24
Schizzerotto G., Le incisioni quattrocentesche della Classense, Ravenna, 1971, tav. XXXIX nr. 11, tav. XXXIX nr. 11
Samek Ludovici S., Arte del libro. Tre secoli di storia del libro illustrato, Milano, 1974, p. 74
, Xilografie italiane del Quattrocento da Ravenna e da altri luoghi, Ravenna, 1987, n. 26, p. 89

AUTORE DELLA SCHEDA

Aldovini L., 2016
Aldovini L., Atlante delle xilografie italiane del Rinascimento, ISBN 978-88-96445-24-2 ALU.0015, http://archivi.cini.it:80/cini-web/storiaarte/detail/1885/stampa-gia-inserita-volume-1885;JSESSIONID_OPAC_CINI=B9ED92DAB2C96FC18FB14ACB47E70AD9.html