OGGETTO

definizione: stampa

SOGGETTO

titolo parallelo: ASCENT OF CHRIST TO MOUNT CALVARY
titolo: Andata al Calvario

LOCALIZZAZIONE

Pavia, Musei Civici, Collezione Malaspina

ACQUISIZIONE NELLA RACCOLTA

tipo acquisizione: legato
Pavia, 1838

PROVENIENZA

data ingresso: ante 1824
data uscita: 1835

DATAZIONE

sec. XV, fine
1490 ca. - 1500 ca.

AUTORE

  • Anonimo (incisore, inventore)
ambito culturale: ambito nord-italiano (incisore)
ambito nord-italiano (inventore)

STATO DELLA STAMPA

cfr. commento

DATI TECNICI

xilografia; mm 187 x 277; 187 x 277 ca.
materia del supporto: carta
filigrana: non rilevabile (incollata)

STATO DI CONSERVAZIONE

buono
indicazioni specifiche: abrasioni in corrispondenza degli angoli; lacune lungo il margine del montaggio

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE

specifiche dei montaggi: fascia acquerellata verde, filetto dorato

RESTAURI

ISCRIZIONI

tipologia: didascalica
lingua: latino
tecnica di scrittura: intagliata
trascrizione: SPQR

tipologia: didascalica
trascrizione: SPQR [S in controparte]

tipologia: riferimento all'autore
tecnica di scrittura: a penna e inchiostro bruno
trascrizione: 1460 / SAF








STEMMI, MARCHI

tipologia: timbro a secco, di collezione
identificazione: Stabilimento Malaspina (non in Lugt)
posizione: in basso al centro
descrizione: lettere S M corsive, entro tondo con perline a rilievo
Stabilimento Malaspina (non in Lugt)

vedi scheda stemma



tipologia: timbro a inchiostro, di collezione
posizione: sul supporto, al verso
descrizione: STABILIMENTO / MALASPINA, entro ovale; inchiostro nero
Stabilimento Malaspina (Lugt 1779a)

vedi scheda stemma

NOTIZIE STORICO-CRITICHE

La stampa è tratta da una matrice lignea Soliani, conservata a Modena, Galleria Estense, inv. C. 166, per la quale si rimanda alla scheda ALU.0005-M. Di questo legno si conoscono perlopiù tirature che attestano uno stato corrispondente alla condizione attuale della matrice, con la presenza cioè di un monogramma “IR” in corsivo e in controparte visibile sopra la porta di città a destra (si veda l'esemplare pubblicato da M. Goldoni in I legni incisi, pp. 82-83 sotto n. 25; presso i Musei Civici di Pavia, Fondo Soliani, inv. SOL. P. 5690 e 5791; a Trieste, Biblioteca A. Hortis, cfr. F. Nodari in Achille Bertarelli e Trieste, 2000, p. 96; altre tirature moderne sono citate dalla bibliografia come conservate a New York, Metropolitan Museum, e Philadelphia Museum of Art, cfr. Field 1987/TIB 161). Rispetto a questi, l'esemplare Malaspina (
http://www.lombardiabeniculturali.it/stampe/schede/F0130-00276/) risulta di uno stato anteriore, non altrimenti noto, che si differenzia in maniera evidente per la più ampia zona d'ombra nell'apertura della porta all'estrema destra, e dall'assenza del monogramma "IR"; al suo posto figura la scritta a penna "1460 / SAF", che già il Malaspina nel suo Catalogo del 1824 aveva ritenuto con tutta probabilità "apocrifa od aggiuntavi". R. Sòriga, nell'inventario museale redatto nel 1934 ritiene invece il foglio una prova moderna.
M. Goldoni (in I legni incisi…1986, p. 83) ricorda come L. Donati (1936, n. 6) segnalasse una prova presso la Biblioteca Vaticana, che a suo parere era una «copia del XVII secolo da un originale fiorentino».
Un esemplare – sempre moderno – è descritto e illustrato nel catalogo di vendita Tessier pubblicato nel 1900 a Monaco, redatto da Jacques Rosenthal (Katalog eines grossen Theils der Bibliotheken des verstorbenen Cavaliere Andrea Tessier und des Marchese de ***, München 1900, p. 116 n. 941 e riproduzione a p. 117), citato da Kristeller 1913, p. 42 (che traduce in tedesco la descrizione), come ricorda anche M. Goldoni in I legni incisi… 1986, p. 82). Si veda al link: http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/rosenthal1900_05_21/0124?sid=281abc12de7ffc9d218341070afdc469

DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

tipologia: fotografia digitale
autore: Luca Postini
ente proprietario: Pavia, Musei Civici ©

REPERTORI

Schreiber W.L., Handbuch der Holz- und Metallschnitte des XV. Jahrhunderts, Leipzig, 1926-1930, I, n. 340b 
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/schreiber1926ga
Field R.S., The Illustrated Bartsch 161-166 (Supplement). German single leaf woodcuts before 1500: Anonymous artists, New York, 1987-2008, v. 161, p. 311 n. 340-2

BIBLIOGRAFIA

Zani P., Enciclopedia metodica critico ragionata delle Belle Arti, Parma, 1817-1824, II.7, pp. 319-320
Malaspina di Sannazzaro L., Catalogo di una Raccolta di Stampe Antiche, Milano, 1824, II, pp. 24-25
Rosenthal J., Katalog eines grossen Theils der Bibliotheken des verstorbenen Cavaliere Andrea Tessier und des Marchese de ***, München, 1900, p. 116 n. 941, p. 117
Kristeller P., Die Lombardische Graphik der Renaissance nebst einem Verzeichnis von Büchern mit Holzschnitten, Berlin, 1913, pp. 41-43
Donati L., "Stampe del XV secolo della Città del Vaticano, Biblioteca di Roma, R. Calcografia e R. Archivio di Stato di Modena, R. Pinacoteca e Museo Civico", Einblättdrucke des XV. Jahrhunderts, Strassburg, 1936, p. 10 n. 6
, I legni incisi della Galleria Estense. Quattro secoli di stampa nell'Italia Settentrionale, Modena, 1986, pp. 82-83 n. 25
Goldoni M., "Dietro un acquisto: motivi inespressi nella cultura di Adolfo Venturi", Gli anni modenesi di Adolfo Venturi, 1994, pp. 147-179, pp. 154, 162
, Achille Bertarelli e Trieste. Catalogo delle stampe donate alla Biblioteca Civica Attilio Hortis, Milano, 2000, p. 96 n. 1 (F. Nodari), fig. p. 97
Urbini S., Il Libro delle Sorti di Lorenzo Spirito Gualtieri, Modena, 2006, pp. 96-101
Aldovini L., "La stampa con il 'Cristo portacroce' e la trasmissione dei modelli nell'arte lombarda tra fine XV e inizio XVI secolo", L'Andata al Calvario di Marco Palmezzano. Restauri, ricerche, interpretazioni, Lovere, 2014, pp. 87-96, 142-146, p. 93

MOSTRE/ESPOSIZIONI

AUTORE DELLA SCHEDA

Aldovini L., 2016
Aldovini L., Atlante delle xilografie italiane del Rinascimento, ALU.0005.1, http://archivi.cini.it:80/cini-web/storiaarte/detail/353/stampa-353;JSESSIONID_OPAC_CINI=B37DF2D98473FE2E62ADB1BA79F6F528.html